Ama Cucina Dona

CLICK CLICK CLIK

22 luglio 2014

ESTATE E PIOGGIA - Le mie fette biscottate


H.4.00 ...
Il rumore della pioggia e il canto del gallo della mia vicina .
Testa e cuore si congiungono al namaste della mia giornata, che inizia piacevolmente a quest'ora.
Quasi sempre per me è così, quel desiderio che parte dal cuore più' che dalla testa, prende il sopravvento sulle mie decisioni et voilà, gioiosamente persa in quel desiderio irrefrenabile che a volte mi assale (il piu' delle volte) sorseggio il mio coffee & milk e mi alzo ...
Mi sento per un attimo Alice nel paese delle meraviglie, una magia di luci, colori, essenze che profumano l'aria campestre di menta selvatica e suoni.
Piove ...
Si può andare in un giardino immaginario e apportare modifiche ai simboli della nostra esperienza di vita e la nostra esperienza di vita cambierà.
E sia
Arianna

Fette biscottate


Ingredienti per 20 fette biscottate:
gr 300 di farina manitoba
gr 200 di farina di grano saraceno
gr 125 di zucchero di canna
gr 100 di olio di mais + 1 cucchiaio
gr 5 di sale
nr 1 cucchiaino di cannella
buccia grattugiata di ½ limone
gr 13 di lievito di birra
gr 180 di acqua tiepida

Procedimento:
Preparate tutti gli ingredienti in modo da avere sottomano l’occorrente per realizzare le fette biscottate.
Far sciogliere il lievito nell'acqua tiepida e lasciare formare una leggera schiuma in superficie.
Unite all'olio di mais la scorsa grattugiata del ½ limone e la cannella.
Inserire nel vaso della planetaria, con montato il gancio, le farine e il sale.
Versare l’olio e azionare la planetaria, unire quindi lo zucchero di canna e l’acqua con il lievito.
Lavorare per diversi minuti fino ad ottenere un composto omogeneo leggermente appiccicoso che lascerete riposare per due ore coperto con un telo umido.
Ungere con il cucchiaio di olio di mais un uno stampo da plum-cake lungo 30 cm e infarinatelo eliminando la farina in eccesso.
Una volta passate le due ore formate un filoncino con l’impasto e ponetelo nello stampo.

Lasciare lievitare ancora per un ora coperto da un telo.

Riscaldare il forno a 200 °C (va bene il forno ventilato) e cuocere il dolce per 20 minuti circa.
Una volta cotto, sfornate il filoncino, toglietelo dallo stampo e lasciatelo raffreddare su una grata per dolci.

Quando è freddo affettatelo e sistemate le fette su di una teglia.
Infornare a 160 °C per 15 minuti, poi rigirate le fette su se stesse e cuocere per altri 5 minuti.
A questo punto le vostre fette biscottate sono pronte per essere gustate.


Ama Cucina Dona 


16 luglio 2014

MARMELLATA DI CAROTE


Buon giorno amici!
Oggi un'ottima marmellata di carote.
La preparo spesso e volentieri, poiché ha un'ottima versatilità in cucina anche per la farcitura di torte e biscotti, oppure semplicemente degustata con formaggi saporiti o su una fetta di pane tostato e velato da una spalmatura di burro!
Allora, gambe in spalla, inizia la nostra giornata!
Le enormi possibilità che ci offrirà, i risvolti che andremo leggendo all'interno di quanto sarà possibile vivere, come attesa e come realizzazione!
Buon proseguimento!
Arianna

MARMELLATA DI CAROTE 

La marmellata di carote, preparata bollendo le carote col limone, passandole e unendole successivamente allo zucchero, è una confettura che può essere preparata in questo periodo dell'anno per poterla consumare durante il periodo autunnale.
Il periodo di conservazione prima del consumo è di 40 giorni.

INGREDIENTI:
1 kg Carote piccole e tenere
500 g Zucchero
2 Limoni
1 bicchierino Cognac (o rum)

LA PREPARIAMO COSI' :
Mondare e lavare le carote.
Metterle in una casseruola, irrorarle con il succo dei limoni e coprirle d'acqua a filo.
Chiudere solo parzialmente la casseruola con il coperchio e far cuocere.
Quando le carote saranno del tutto cotte, scolarle e passarle al passaverdure.

Far cadere il passato nella casseruola, unire lo zucchero e la scorza grattugiata (solo il giallo!) dei limoni.
Rimettere al fuoco e far bollire a fuoco bassissimo mescolando spesso fino a ottenere la consistenza desiderata.

Spegnere, lasciar intiepidire e unire il liquore.
Mescolare e versare nei vasi sterilizzati, lasciar raffreddare a vasi aperti avvolti in canovacci, chiudere e conservare in un luogo buio, fresco e asciutto per due giorni.
Ricapovolgere i vasetti e verificare che si sia creato il sottovuoto.
Attendere 40 gg e consumare.




15 luglio 2014

E FU SERA E FU MATTINA - Liquore al rosmarino


Buon giorno amici!
Oggi una ricetta che potete preparare e consumare questo inverno ...
Sono sveglia dalle 5.00 ...
L'aria fresca del mattino, il canto dell'alba, noi, pensieri che avvolgono e solidificano la consapevolezza della vita!
Vivere in campagna è scegliere liberamente di abdicare al ritmo incalzante di una vita certamente more speedy, per riscoprire tutta la magia e l'incanto di quello naturale.
Esiste una presunta superiorità che altro non è che maggior vicinanza a qualcosa di più grande, distanza che tuttavia può colmarsi come esito dell'umile protendere verso le fasi della creazione, e che altrimenti è destinata a restare luogo irraggiungibile, dove solitudine e nostalgia si fondono nel rammarico di un'esistenza intravista, ma per sempre rimasta incompiuta.
E fu sera e fu mattina ...
Ringraziamo la vita!
E sia!

Arianna

LIQUORE AL ROSMARINO 


Il rosmarino viene utilizzato molto in cucina per insaporire arrosti o stufati, ma è altrettanto noto per le sue proprietà medicinali: possiede proprietà stimolanti, diuretiche e toniche.
Il liquore al rosmarino favorisce la digestione!
Provate a consumarne mezzo bicchiere dopo i pasti principali.

Ingredienti
- 1 l di vino bianco
- 20 g di foglie di rosmarino
- 10 g di scorza di limone
- 7 dl di alcol a 95°

Preparazione
- Prendete un vaso di vetro scuro e fate macerare il rosmarino e la scorza di limone con l’alcol per 6 giorni agitando il contenitore una volta al giorno.
- Quindi filtrate, aggiungete il vino bianco, imbottigliate e fate riposare per altri 2 giorni.




01 luglio 2014

LUGLIO - Ravanelli sotto aceto


Luglio ...

A te, semplicemente perché sei un amico, a te che leggi mentre culli l'orizzonte ora che sei sveglio.
Buon giorno!
Ti dedico la musica di ogni nota possibile che sgorga solitaria nel rosso!
Rosso come un ravanello …
Si, hai notato quanto rosso esiste per l’estate? Papaveri, fragole, angurie, ravanelli e la nostra tovaglia che utilizzeremo per apparecchiare la festa naturalmente!
Io ti aspetto, per accompagnarti fino alla sera, fino alla possibilità di voler ancora una volta ringraziare la vita per un mese che nasce!
Buon primo Luglio amico!
Arianna

RAVANELLI SOTTO ACETO 

Ingredienti:
ravanelli kg 1 - aceto rosso - sale grosso - peperoncini - cipolla.

Preparazione:
Scegliete i ravanelli, spuntateli all'attaccatura delle foglie, puliteli, copriteli di sale grosso e lasciateli macerare per almeno 2 ore.
Portate all'ebollizione un litro di aceto rosso, un litro d'acqua e g 30 di sale grosso.
Tuffatevi i ravanelli, toglieteli dopo 5' dal bollore, allargateli su un piano inclinato per facilitare la sgocciolatura, poi metteteli in un vaso a chiusura ermetica insieme con alcuni peperoncini freschi piccanti e rondelle di cipolla; copriteli di aceto rosso, sterilizzate e conservate.

Sono pronti dopo 2 mesi.




22 giugno 2014

E TI RITROVO DIO - marmellata di fragole bio zuccherata con stevia


E ti ritrovo Dio in ogni spazio....
In ogni suono....
In ogni confine....
In ogni movimento di siepe che sussurra nel vento...
In ogni canto...
In ogni limite ...
In ogni raggio....
In ogni passo...

Nella pietà che mi concedi di ascoltarTi
e ascoltandoTi di cercarTi
per poi ritrovarTi in questa creazione
che mi parla e innamora di Te!

Et de area, magis mihi omnis terminus mea.
Deus, Deus meus!

Arianna

MARMELLATA DI FRAGOLE BIO ZUCCHERATA ALLA STEVIA


200 gr polpa di fragole
100 gr acqua circa
10 gr stevia misura

Ho voluto provare la stevia, questo nuovissimo dolcificante 100% naturale che usato al posto dello zucchero ci da modo di ottenere risultati a bassissimo contenuto calorico,freschi e salutari.
La quantità di stevia da usare è infinitamente minore rispetto allo zucchero, questo permette una grossa resa del prodotto e un risparmio di calorie davvero importante.
inoltre, a differenza di altri dolcificanti, è utilizzabile sia a freddo che in cottura, ed è adatta anche a persone che per un motivo o per l'altro devono rinunciare allo zucchero.

In una pentola mettere le fragole private del picciolo, una piccola quantità di acqua e la stevia e lasciar cuocere a fuoco medio-basso per circa 45 minuti, mescolando di tanto in tanto fino a che si assorbe bene l'acqua.
Fare la prova con un cucchiaino di marmellata su di un piatto per verificarne la densità: il composto deve scivolare molto lentamente sulla superficie.
poi una volta freddo sarà ancora più solido.





17 giugno 2014

LA PROSPETTIVA - muffins bio alla carota CON FARINA INTEGRALE


Nelle pieghe del tempo, la luce dell'aurora

accarezza la corolla di un girasole

mentre il silenzio del sonno desta nel cuore,

l'eco lontana del canto di un gallo.

Solo lo scricchiolare delle foglie

giunge come richiamo lontano

e un bagliore dorato si scorge

oltre la ruvida corteccia del melograno.

Il sole si inginocchia a quello che ognuno crea

ma solo la corolla del girasole

possiede il segreto della sua danza.


Le apparenze sono l'aspetto fisico, emotivo e mentale della natura umana e l'interpretazione limitata che ne facciamo dal nostro punto di vista.
Ciò che viviamo quotidianamente è in realtà un laboratorio dove sperimentare come la nostra natura spirituale si esprime attraverso il tangibile.
A mano a mano che innalziamo il nostro punto di vista, la prospettiva dalla quale percepiamo una data situazione cambia e possiamo scorgere elementi invisibili in precedenza.
Così, col passare del tempo, il significato di un'esperienza può cambiare.
Il senso delle cose è nel “sotto testo”, non nelle apparenze.
Quando il cuore e la mente finalmente s’incontreranno e si ricercheranno, lì scopriremo la Vita, nella quale abbiamo il dovere di immergere costantemente il cuore!
E allora vi auguro una giornata UPSIDE DOWN!

Arianna 


MUFFINS BIO ALLA CAROTA CON FARINA INTEGRALE

Ingredienti

150 farina integrale e 150 farina 00
200 gr zucchero
130 ml arancia spremuta
130 ml olio di semi di girasole
200 gr di carote grattugiate
La scorza grattugiata di una arancia
Un pizzico di cannella
1 bustina di lievito
4 uova

Preparazione

Grattugiare la scorza di arancia e unirla allo zucchero, montare con le uova nella planetaria o con le fruste.
Setacciare farina e lievito e cannella, disporli a fontana e fare il buco al centro.
Versare ora il composto di uova e zucchero, il succo d’arancia, l’olio e le carote grattugiate.
Bisogna ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Versare nello stampo dei muffin e infornare a 180° per 15 minuti.






16 giugno 2014

L'ASCOLTO DELLA NOTA DELLA VITA

Shasa allieva Ary's House Atelier - © Photo David Lastrucci

Se c'è un pianista che amo, se c'è una musica che ascolto in attimi di profonda nostalgia, è Chopin ....
Se poi piove, oh allora la musica, l'unica che la mia anima riesce a ricevere è la sua e quella di J. S. Bach ....

Dovremo abituare l'orecchio interiore ad ascoltare ...
ASCOLTIAMO POCO, ci siamo disabituati ad ascoltare gli altri e la musica che si interpone tra le note del nostro cuore e quelle di chi ci viaggia affianco ...
Eppure il senso della vita, consiste in una sola nota ... una nota che non torna più dopo l'incontro con il quotidiano incedere, rappresentata da un tocco armonico che si innesta nella colonna sonora dell' esistenza, identica a prima ma con l'aggiunta di pause che danno il respiro all'anima.

Come quando una donna partorisce, tra una contrazione e un'altra c'è una pausa, un attimo di respiro infinitesimale, poi la nuova creatura torna a spingere più forte, più forte, finché nasce e viene alla luce...
È il cuore che emerge da tutto il resto e grida il suo desiderio di felicità, di compimento, perché ciò che conta davvero è la vita ...
E VITA sia ....
Buona giornata amici!
Arianna