Welcome friend !

CLICK CLICK CLIK

24 ottobre 2014

COGITO ERGO SUM ...


Ho desiderio di raccontarvi che dal prossimo anno ci saranno grandi novità !!!
VIDEO RICETTE, SITO NUOVO CON DOMINIO ARY'S HOUSE, SHOP ON LINE e chi più ne ha ne metta! 
Tutte le volte che mi frulla un'idea in testa, mi auguro che venga sempre dai piani alti, quelli dell'emisfero australe celeste tanto per capirci!
E penso penso penso finché arriva l'illuminazione e in men che non si dica, dormo o meglio sonnecchio stile Eta Beta stando in equilibrio precario tra i pomoli del letto, fin quando la causa della mia idea, diventa effetto, la lampadina delle sinapsi si accende e ... ... ... mi catapulto a qualunque ora del giorno e della notte mettendo in atto, quanto i gangli cerebrali avevano pensato e immaginato, certa che l'attuazione di quanto avviene nella mia materia grigia, dalla calotta semisferica del cervello, raggiunge il suo equatore terrestre, prendendo forma!

Ed eccoci qui dopo aver dormito 18 h in 7 gg ...
Christmas is coming ...
Arianna


Ama Cucina Dona


13 ottobre 2014

SE SAPRAI ASCOLTARE - Sables a' la fleur de sel


Cerca di rimanere fedele alla gioia, 
all’amore ed alla libertà che hai conosciuto. 

Ed in ogni momento se saprai ascoltare, 
sentirai la voce che stai cercando.

Se saprai osservare, 
vedrai quello che altri occhi non possono vedere. 

E forse qualche volta, 
quando il tuo corpo dormirà immerso in un sonno profondo, 
potrai accedere al messaggio che aspetta te.

Arianna 


SABLES A' LA FLEUR DE SEL 


Ingredienti:

Farina 250g
burro 125g
zucchero 125g
vaniglia in polvere un cucchiaino
uovo 1
fior di sale mezzo cucchiaino
zucchero semolato q.b. per farcitura

N.B.
Il fiore di sale, è un sale grezzo, prodotto nel sud della Francia, è raro e pregiato.
Viene chiamato anche “Il caviale del sale”.
È molto apprezzato dai migliori chef di tutto il mondo. Il fior di sale non è raffinato, è iposodico, e non addizionato con antiaddensanti o conservanti.
Altra caratteristica è quella di essere più grosso dei sali fini che si utilizzano normalmente in cucina. Il fior di sale si presenta sotto forma di piccoli cristalli formati in modo naturale, ha un potere salante poco più lieve del sale normale, è molto umido.
Ha un colore tendente al bianco opaco.
È abbastanza raro ed è possibile acquistarlo on-line o in qualche erboristeria.

Preparazione:

Setacciare la farina, aggiungere lo zucchero, la vaniglia in polvere e il sale, mescolare.
Aggiungere il burro, freddo e tagliato a cubettini, e, con la punta delle dita, sbriciolare gli ingredienti finché il burro sia stato completamente assorbito.
Versare il tutto su un ripiano, aggiungere l’uovo in mezzo e impastare velocemente in modo da ottenere un impasto compatto e omogeneo.
Formare una palla, avvolgerla con della pellicola e tenere al fresco per almeno un’ora.
Dopo questo tempo stendere l’impasto a 2mm su una superficie leggermente infarinata, ritagliare i biscotti rivoltarli sullo zucchero precedentemente disposto in un piatto fondo e deporli su una teglia da forno rivestita con carta da forno.
Cuocere per una decina di minuti a 160° (fino a quando i bordi dei biscotti risultano dorati).
Lasciar raffreddare su una griglia e servirli tiepidi o conservarli in una scatola metallica!




Ama Cucina Dona

08 ottobre 2014

TEA TIME D'AUTUNNO - Piccole donne Ary's House anno 2014 / 2015


Il profumo del limone invade l'aria, la cucina ne è soggiogata ...



Sablè a la fleur de sel, biscotti con limone e polenta e un canovaccio ricamato a punto croce.
Ecco cosa si appresteranno a fare questo sabato, le bambine del gruppo PICCOLE DONNE ARY’S HOUSE!
Si, ho pensato al ricamo, ad un canovaccio che diventerà poi una deliziosa tovaglia da tea time!
Mia cara bambina, così, quando inviterai le tue gentili amiche del cuore, potrai disporre una mise en place interamente realizzata dalle tue mani!




E poi la gioia di ritrovarsi ancora un altro anno, ancora insieme, ancora ...
Con il motto di sempre, con lo stile proprio di Ary's House: AMA CUCINA DONA ...

Emporio Gualandi
Sabato 11 Ottobre H.16.30
PENSA A QUALCOSA DI GOLOSO
Sablè a la fleur de sel
Biscotti con limone e polenta
Ricamo 18.00 – 19.00 
(schema canovaccio le temps c’est de l’amour)






Ama Cucina Dona


04 ottobre 2014

IL CORRIERE DELLE DAME AD USO INTERNO DEL CLUB



Non è solo una famiglia, ARY'S HOUSE FAMILY è un sogno condivisibile, un’ Associazione di charme, gusto, armonia, stile, accessibile solo a chi ha desiderio di bene, dove lo sforzo comune è andare insieme verso la scoperta della propria femminilità, in un ideale educativo a misura di donna!
Un gruppo di donne, quindi, associate e tesserate al Club, che ha scelto di seguire lo spirito e i principi di ARY'S HOUSE ATELIER, dove ricette e allegria, mescolano il loro sapore in impasti di gioia, amicizia, condivisione, per crescere insieme!
Mamme gioiose che si ritrovano, per condividere, tea times, appunti e gioiose ispirazioni, ricette, cooks, crafters, letture, ricamo, nei CIRCOLI DELL'AMICIZIA, modulati dal motto di sempre: AMA CUCINA DONA !

Quando ricevo le vostre mails, i vostri messaggi, il cuore si riempie di entusiasmo e avverto ancora di piu' una maggiore responsabilità per la fiducia che avete voluto accordarmi, per ogni bambino che avete voluto affidarmi, per ogni passo che avete voluto compiere verso questo progetto che cresce ogni giorno, grazie a voi! 

E la cosa piu' bella è scoprire che non è piu' solo la mia storia, il mio sogno, il mio progetto, il mio desiderio, al contrario ARY’S HOUSE FAMILY, è diventata la vostra storia, il vostro sogno, il vostro progetto, il vostro desiderio che si mescola nel tempo, nei giorni, nelle ore, nei secondi e ci accarezza, unendoci e conformando quell’etica interiore di bellezza, che abbiamo celata in ognuno di noi.

Sono felice di presentarvi la copertina del giornalino ad uso interno che riceveranno le socie del club a partire da metà Gennaio!

Ogni articolo, sarà mia cura di riempirlo di gioiose ispirazioni, ricette, cooks, crafters, schemi di ricamo, citazioni e homesteader, cercando di vivere come è proprio in ARY’S HOUSE ATELIER un semplice stile di vita nel canto dell’oggi: CARPE DIEM!

E sia!
Arianna




03 ottobre 2014

AROMI DI BENESSERE - Il mio castagnaccio



Io sono per il gusto della tradizione degnamente sposato alla fantasia, alla semplicità di un piacevole castagnaccio preparato alle 4.00 di mattina o'clock in the morning!.
Una manciata di pinoli, una goccia di olio di oliva ed in particolare la fragrante aroma della farina di castagne!
Si sparge nell'aria mescolandosi al profumo acuto del rosmarino fresco, a quegli aghi che, da soli basterebbero a farti cantare di gusto e piacevole delizia per un palato destinato a pochi!
Quando poi, un qualunque gateau assume un clima di festa sotto forma di dono da offrire nel vostro focolaio domestico, in attesa di ospiti, questo basta alla diffusione nel pulviscolo atmosferico, di particelle di pura amicizia da regalare a mani aperte in una mattina di ottobre, quando il vento soffia e se chiudi gli occhi puoi davvero immaginare il canto degli elfi che si trastullano sui rami del melograno con minuscoli flauti di panne e note dense di armonia che solo all'alba puoi udire e portarti dentro come una ninna nanna fino al tramonto!
Lieta di aggiungere bellezza a quella del gusto.
Arianna 


IL MIO CASTAGNACCIO 
(dolci della tradizione) 

Ingredienti:
Farina di castagne, 300 g
Zucchero, 4 cucchiai
Acqua, 1 bicchiere
Olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai
Uvetta (uva passa), 50 g
Pinoli, 50 g
Noci sgusciate, 50 g
Rosmarino fresco, due rametti
Un pizzico di sale

Preparazione:
Per prima cosa, accendi il forno a 200 gradi.
Setaccia poi la farina in un recipiente abbastanza grande ed aggiungi l’acqua, gradualmente, mescolando con una forchetta per eliminare tutti i grumi che eventualmente si formano.
La farina da utilizzare per il castagnaccio è quella dolce, che si trova in commercio dal mese di novembre: più è di qualità e più è naturalmente dolce, e richiede l’aggiunta di pochissimo zucchero.
Quando la farina sarà ben amalgamata aggiungi lo zucchero, il sale e l’uvetta (precedentemente fatta rinvenire in poca acqua tiepida) una manciatina di pinoli, una di noci tritate molto grossolanamente, e due cucchiai di olio.
Mescola ancora il composto per renderlo omogeneo e rovescialo in uno stampo o una teglia da forno, unti con abbondante olio d’oliva, oppure rivestiti con un foglio di carta forno.
Occorre tenere presente che il castagnaccio non cresce, quindi se si preferisce un dolce più spesso e morbido, la teglia deve essere più piccola.
Facendo uno strato molto sottile, invece si ottiene un castagnaccio più croccante.
In ogni caso, lo spessore va dal mezzo centimetro al centimetro e mezzo circa.
Decorate infine la superficie con i rimanenti pinoli, le noci, il rosmarino ed un filo di olio; quindi infornate per circa 30 minuti (il tempo di cottura, comunque, dipende dallo spessore dello strato).
In ogni caso, un castagnaccio ben cotto deve avere la superficie screpolata e asciutta.
Il castagnaccio si serve tiepido, tagliato in grossi quadrati e magari accompagnato con un cucchiaio di ricotta fresca.



18 settembre 2014

ANNO 2014 - 2015 ............... ARY'S HOUSE IS ....


Miei cari bambini ...

Non so perché ma quando penso a ognuno di voi,

quando ripercorro i volti,

la vostra felicità,

il vostro impaziente e gioioso cuore nel voler indossare

quel piccolo grembiule color tortora,

penso alla vita!

Allora, i miei pensieri non hanno mai il punto. Solo virgole.

Si formano nella mia testa una valanga di immagini,

suoni e parole senza punteggiatura ... ... ...

Voi siete le virgole per cui continuare!
 Arianna


 A. D. 2014 - 2015

Prato
Roma
Milano
Firenze
Parigi



ARY’S HOUSE?
It’s more than just a place …
it’s a state of mind





16 agosto 2014

IMPASTARE IN GIARDINO - Maccheroni al ferretto


Prendo la spianatoia ...
Il tavolo, il rumore della fontana ...
Impastare in giardino significa coltivare la contemplazione nel secret garden del cuore e gustare il piatto che ne deriva ...
Io credo davvero che un impasto è il valore della somma di ciò che percepiamo come calore interiore della danza delle nostre mani unito allo sguardo dell'intorno che ci circonda ...
E sia!
Arianna


MACCHERONI AL FERRETTO
Impastati in giardino

Per la pasta: 400 g. di semola di grano duro; sale q.b.; acqua q.b.

Come prima cosa, dovete versare la semola su un ripiano ben pulito, fare un foro al centro e gettare a fontana, il contenuto di mezzo bicchiere d'acqua.
Lavorate l'impasto con moderata manualità, stando attenti a non indurirlo tanto e, nel caso in cui, questo dovesse succedere aggiungete altra acqua.
Lasciate riposare il composto così ottenuto, per circa mezz'ora.

Trascorsa la mezz'ora, fatte dall'impasto delle palline grandi quanto una nocciola, infarinate bene il ferretto, posatelo su una delle palline e con una leggera pressione delle mani, avvolgetelo.
Infine, sfilatelo delicatamente e il maccherone così ottenuto posatelo su un panno infarinato o insemolato.
Ripetete il procedimento sino a quando non sarà terminato l'impasto. La pasta così ottenuta fatela essicare per una giornata intera, in un luogo fresco.

Il giorno dopo, con un sugo a vostra scelta, lessate e condite!
Che bontà!

AMA CUCINA DONA